Menu

Sinnai

9 Marzo 2019 - Cestini sardi
Sinnai

 

S I N N A I

Sinnai (15.000 ab.) è una ridente cittadina ai margini nel campidano di Cagliari è situata in un ripiano di colline racchiuse tra i monti del Serpeddì e il Golfo di Cagliari. Il suo territorio è uno dei più vasti in Sardegna e le frazioni di S. Gregorio, Tasonis e Solanas sono perfettamente inserite all’interno del Parco dei Sette Fratelli e lungo il litorale che si estende fino al confine di Villasimius.

Il nome Sinnai comparve per la prima volta in un documento che risale al 1080, e  attraverso il quale il Giudice di Cagliari Costantino Salusio III fece dono ai Vittorini di alcuni beni terrieri con agglomerati rurali tra cui la Villa di Sinnai. Pochi anni dopo con l’arrivo degli Aragonesi la Villa di Sinnai venne
concessa in feudo a Berengorio Carroz, Signore di Quirra che riuscì ad inglobare anche il villaggio di Segossini, potenziandone ulteriormente l’economia a
carattere agropastorale. Ma la cittadina è nota anche per la lavorazione artigianale dei cestini di giunco per la cui realizzazione artistica è riconosciuta come capitale del cestino sardo. Questi manufatti sono apprezzati in tutto il mondo e vengono esposti durante l’apposita “Fiera del Cestino” (che
ricade nella 2° decade di agosto) e nella quale si possono ammirare anche altriprodotti dell’artigianato( coltelli, oro, sculture, ceramiche, ecc.), gustare
squisiti dolci : ” is candelaus”, “su gateaux”, ” su pani e saba”, ” is pistoccus ” e “is amarettus” che vengono esposti nell’apposita Fiera del dolce
che si tiene nella 2° decade di settembre di ogni anno.

Ricchissimo è anche patrimonio gastronomico con prodotti tipici quali i formaggi, gli insaccati, l’olio d’oliva e le carni di agnello, capretto e  porchetto e cacciagione. Una menzione particolare meritano le “grive” (tordi lessi aromatizzati con foglie di mirto).

Il nostro itinerario
ideale può partire dalla chiesa parrocchiale di S. Barbara, un edificio
tardo gotico a croce latina, per poi proseguire verso la chiesa campestre
di S.Basilio eretta tra il XVII e il XVIII sec. Nel territorio di Sinnai
si trovano moltissimi reperti di epoca nuragica come il nuraghe S. Itroxia
e la tomba dei giganti nell’omonima località, il nuraghe Ferrici a Solanas
, le domus de Janas a Santu Basili, la tomba dei giganti a San
Pietro,perfettamente conservata. Nei dintorni di Sinnai si trovano
importanti foreste e foltissime distese di macchia mediterranea. La
foresta demaniale di Campidano, a nord del paese, confina con la pineta di
Sinnai, un suggestivo polmone verde costituito da conifereti artificiali.

Dirigendosi verso Muravera e
salendo al passo Arcu ‘e Tidu si entra nella caserma forestale di Campu Omu, sede del museo del Cervo Sardo, nonchè punto di informazione per il Parco
Regionale dei Sette Fratelli, dove si può seguire il Sentiero Italia, che conduce fino a San Gregorio, sede della bella manifestazione “Botteghe in piazza” dedicata all’artigianato locale, e che si tiene a maggio. Nel parco si ammirano la Perda ‘e Sa Pippia (roccia della bambina), un gigantesco monolite
granitico circondato da folti lecci e i monti dei Sette Fratelli, impervie cime di roccia grigia. L’adiacente riserva di Maidopis è coperta di foreste secolari
con scorci sul campidano e sul golfo di Cagliari. Il territorio di Sinnaiinfatti arriva fino al mare, dove si apre la splendida spiaggia e l’omonima
frazione di Solanas, antico villaggio ricco di attrazioni e di potenzialità turistiche. Numerose attrattive offre anche la frazione di Torre delle Stelle,
con una bella spiaggia e un villaggio turistico modernamente attrezzato. Molto suggestiva e spettacolare è anche la strada litoranea di Villasimius, che offre
vedute panoramiche di incomparabile bellezza. Nonostante la vicinanza diCagliari e la moderna e sorprendente creatività che esprime in campo culturale e
ricreativo, Sinnai ha saputo conservare i valori più autentici della sua tradizione. Le numerose sagre paesane, il Carnevale e l’Estate Sinnaese, con una
ricca panoramica di manifestazioni culturali e di spettacolo, offrono occasioni di incontro, intrattenimento e svago soprattutto nella stagione estiva, nei
primi giorni del mese di Aprile si tiene la Seconda rassegna di Canto Corale Sardo dedicata al Canto Popolare, mentre il primo maggio la banda musicale
comunale terrà il Concerto di Primavera, il primo gennaio sarà poi la volta del Concerto di Capodanno.

Comune di Sinnai –
Assessorato al Turismo

-Piazza Municipio,
2
– tel. 070-7690312- fax
070-781412

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.